F.A.Q Parigine - versione 3.0


La Parigi ebraica: il "PLETZL" nel Marais

 

Il cuore della Parigi ebraica è senza alcun dubbio il Marais, nonostante i profondi cambiamenti subiti da questo quartiere, ora affollato di boutique, locali notturni, gallerie d'arte... Va anche sottolineato che, da diversi decenni, ormai, la maggior parte degli Ebrei parigini non abita più lì.

 

Ancora oggi l'arteria principale del "Pletzl" (piazzetta, in yiddish) è la rue des Rosiers, fiancheggiata da ristoranti, macellerie e negozi di alimentari kosher, da sinaghoghe e da librerie ebraiche. Una sua laterale, l'attuale rue Ferdinand-Duval, fino al 1900 si chiamava, non a caso, "rue des Juifs" (via degli Ebrei). Dietro al civico no. 20, si erge un hôtel particulier cinquecentesco, noto come l'Hôtel des Juifs, vestigia della comunità ebraica che viveva qui nel '700 e che proveniva dall'Alsazia, dalla Lorena e dalla Germania.

 

Nessuno, qui, ha dimenticato l'attentato antisemita al celebre ristorante "Chez Jo Goldenberg" (che ha chiuso definitivamente i battenti nel 2006), alle ore 13,10 del 9 agosto 1982, che fece 6 morti e 22 feriti (targa commemorativa al no. 7 della rue des Rosiers). Né i perpetratori, né i loro mandanti sono mai stati identificati.

 

Al no. 6 di rue des Hospitalières-Saint-Gervais, una lapide ricorda i 165 alunni e il direttore di questa scuola ebraica, che furono deportati ad Auschwitz via il campo di transito di Drancy (nella banlieue parigina).

 

Una tappa fondamentale di questa visita è rappresentata dal Memoriale della Shoah, www.memorialdelashoah.org, al 17 di rue Geoffroy-l'Asnier, immerso nel silenzio e nella penombra.

 

Nel dicembre del 1998, è stato inaugurato dall'allora Presidente Chirac il magnifico Museo di Arte e Storia dell'Ebraismo, nella splendida cornice dell'hôtel de Saint-Aignan (71, rue du Temple), www.mahj.org.

 

Giugno 2007: i giardini dell'hôtel de Saint-Aignan sono diventati il Jardin Anne-Frank, tinyurl.com/czgcd8f, tinyurl.com/zf2d89q

 

N.B.: il museo resta chiuso al pubblico il sabato, il 1° gennaio, il 1° maggio, per due giorni in occasione di Rosh Hashana (Capodanno ebraico; 2014: 24 settembre) e a Yom Kippur (2014: 4 ottobre).

 

La sinagoga architettonicamente più interessante è Agudath Hakehilot, progettata dal maestro dell'Art Nouveau, Hector Guimard, che era sposato con un'Ebrea americana. Si trova al no. 10 di rue Pavée. Il giorno di Yom Kippur 1940, fu gravemente danneggiata dalle truppe d'occupazione tedesche, ma è stata restaurata ed è ora monumento nazionale.

 

N.B.: Le sinagoghe del Marais sono aperte al pubblico solo in occasione di visite guidate.

 

La Grande Sinagoga di Parigi non è, però, nel Marais: è la Synagogue de la Victoire, al no. 44 di rue de la Victoire, nel 9° arr., www.lavictoire.org

 

Dal 1949 al 2004, nel cimitero del Père-Lachaise, sono stati eretti undici monumenti in memoria delle vittime dei lager nazisti (97a Divisione, nei pressi del Mur des Fédérés), tinyurl.com/6j5vsub

 

Da non dimenticare, il toccante monumento commemorativo della retata del Vél'd'Hiv' (16-17 luglio 1942; il velodromo fu distrutto da un incendio nel 1959, e ciò che ne era rimasto venne poi demolito). Quai de Grenelle - square des Martyrs Juifs du Vél'd'Hiv', 15e, M° Bir-Hakeim. Le sculture sono opera di Walter Spitzer, egli stesso sopravvissuto alla Shoah. Lì vicino, al no. 8 del bd de Grenelle, una lapide ricorda anch'essa i deportati del luglio '42, tinyurl.com/4x6ocrp

 

Nel 1985, in occasione del 40° anniversario del ritorno in Francia dei deportati e dei prigionieri di guerra, una targa commemorativa è stata apposta sulla facciata dell'Hôtel Lutécia, al no. 45 di bd Raspail (6ème arr.). Nel 1945, infatti, l'albergo era stato convertito in centro di accoglienza e smistamento, nel quale alloggiarono o transitarono migliaia di persone e dove i famigliari si recavano alla disperata ricerca di notizie dei loro cari, lutetia.info

 

Il 30 giugno 2006, il sindaco di Parigi, Bertrand Delanoë, ha inaugurato la "place des 44 enfants d'Izieu", all'angolo tra le rues du Moulin de la Pointe e Pieyres de Mandiargues, nel 13ème arr., fr.wikipedia.org/wiki/Enfants_d'Izieu

 

Sulle facciate di moltissime scuole parigine, lapidi ricordano gli insegnanti e alunni ebrei deportati, così come l'Hôpital Rothschild (33, bd de Picpus, 12ème, M° Picpus/Bel-Air) ricorda le puerpuere e i neonati deportati ad Auschwitz-Birkenau.

 

Il 24 ottobre 2003, è stata intitolata a Primo Levi una via del 13ème arr., tinyurl.com/zgu4e36

 

Gennaio 2011: David de Rothschild, presidente della Fondazione per la Memoria della Shoah, ha inaugurato la nuova sede della Maison de la Culture Yiddish, nel 10ème arr., www.yiddishweb.com

 

Il 21 settembre 2012, è stato inaugurato il Memoriale della Shoah di Drancy (Seine-St-Denis), tinyurl.com/cttuucy

 

Camp Lévitan ("satellite" del campo di Drancy), 85 rue du Faubourg Saint-Martin (ex-negozio di mobili Lévitan, ora sede dell'agenzia BETC Euro RSC), 10e, M° Château d'Eau, tinyurl.com/zh3w74a

 

Il 29 giugno 2017, lo square du Temple (3e) è stato ribattezzato square du Temple - Elie Wiesel, tinyurl.com/y839f8d7, tinyurl.com/ybhgagn2

 

Altre pagine web utili:

 

tinyurl.com/yddjdbzc

 

www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/vjw/France.html

 

www.cndp.fr/tice/teledoc/dossiers/dossier_rafle.htm

 

www.holocaustchild.org/index.php/education/our-stories/marcelle-b/

 

www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Holocaust/Drancy.html

 

www.fondationshoah.info

 

www.cercil.fr

 

www.klarsfeldfoundation.org

 

www.memorializieu.eu

 

www.kehilatgesher.org

 

www.dalrifugioallinganno.it/luoghi_memoria/francia_mem.htm

 

Video in inglese:

 

www.geobeats.com/videoclips/france/paris/rue-des-rosiers

 

Guide consigliate:

 

"Guide du Patrimoine Juif Parisien" di Dominique Jarrassé, ed. Parigramme, tinyurl.com/brrs2o7

 

"The Complete Jewish Guide to France" di Toni L. Kamins, ed. Complete Jewish Guides, tinyurl.com/znd76bd (è disponibile anche in formato Kindle)