F.A.Q Parigine - versione 3.0


La Coulée verte René-Dumont (ex-Promenade plantée, 3,5 km., 12° arr.)

 

Partenza: M° Bastille

 

 

Usciti dal métro su place de la Bastille, prendete la rue de Lyon che fiancheggia l'Opéra e raggiungete l'inizio dell'avenue Daumesnil. Per salire alla Coulée verte René-Dumont (ex-Promenade plantée), www.promenade-plantee.org, tinyurl.com/yc55qlph, fate le scale all'angolo con l'avenue Ledru-Rollin. Nel suo primo tratto, la promenade plantée sfrutta al massimo l'ex-viadotto ferroviario, trasformato in “viadotto delle arti”, che ospita atelier di artisti ed artigiani.

 

Se le piante ed i fiori della promenade non vi bastano, fate una sosta nel jardin Hector Malot (1995), raggiungibile tramite una piccola scalinata. Il giardino è composto di due terrazze. Sulla prima, percorsa da canaletti ed adorna di fontane, sono stati piantati degli aceri canadesi, che d'autunno si “infiammano” di rosso e di giallo. L'acqua delle fontane, da un boschetto di bambù, cade sulla terrazza inferiore, dove invece sono stati piantati pini piangenti himalayani, ortensie, aranci messicani e lavanda: potete facilmente immaginare il profumo che queste piante diffondono nell'aria nella bella stagione!

 

Passati al di sopra della rue de Charenton, si arriva al jardin de Reuilly (15.000 m2, rue Jacques-Hillairet). Una grande meridiana, inaugurata nel 1992, segna l'ingresso al giardino. Una sosta si impone!

 

Usciti dal jardin de Reuilly, prendete l'allée Vivaldi, all'ombra dei tigli. Subito prima di un tunnel, si passa davanti all'ex-stazione di Reuilly, tipico esempio delle numerose stazioncine costruite ai margini di Parigi alla fine del XIX secolo.

 

Superati tre brevi tunnel, giungerete all'ennesimo giardino pubblico (13.000 m2), intitolato a Charles Péguy, il poeta caduto in guerra, nei pressi di Villeroy, il 5 settembre 1914.

 

Specialmente in estate, sembra d'essere in un bosco! Luogo ideale, quindi, per trovare un po' di refrigerio.

 

Lasciate il giardino prendendo l'uscita su rue Marie-Laurencin. Magnifiche magnolie adornano un grande spiazzo. Per sfuggire rapidamente al frastuono del boulevard périphérique, lì vicino, conviene raggiungere il boulevard Soult, fino alla stazione del métro Porte-Dorée.

 

 

Video in inglese, tinyurl.com/cgggy29